Baia di Peschici

PESCHICI

Sopra un promontorio carsico situato nel Gargano sorge la splendida Peschici, affacciata su una piccola ed indimenticabile baia.

La sua fondazione avvenne per mano degli Slavoni mandati nel 970 dall'imperatore Ottone I a liberare il Gargano dalla presenza dei Saraceni i quali dall'XI secolo stavano man mano conquistando avanposti in Puglia.

Il nome stesso è associato alla radice slava "pèsc" cioè sabbia, con riferimento ai fondali della baia di Peschici.
Conosciuto anche col nome Pesclizo, il borgo slavo divenne feudo della contea di Lesina sotto i Normanni (1154) e poi della contea di Monte Sant'Angelo. Di questo periodo è la costruzione del castello poi ricostruito nel 1240.
Passata sotto gli Svevi (1194) come tutto il meridione d'Italia, Peschici subì l'attacco della flotta veneziana (1239) mandata dal Papa Gregorio IX contro l'imperatore Federico II. Peschici e le sue mura vennero distrutte insieme alla città di Vieste, poi ricostruite per volere di Federico II.

Con l'avvento degli Angioini (1267) Peschici partecipò a spedizioni militari tra cui l'assedio di Almissa (1274) sulla costa dalmata. Lo sviluppo del porto commerciale e l'attività di cantiere navale gli assicurano un buon sviluppo economico.
Nel 1401 Peschici finì sotto la diretta gestione del re di Napoli Ladislao I, ultimo erede maschio degli Angioini sul trono.
Sotto gli Aragonesi fu amminstrata da Giorgio Skanderberg, amministratore di tutto il promontorio del Gargano per conto dei sovrani.

Dopo la guerra franco-spagnola e a causa della continua minaccia di assalti turchi, la cinta muraria venne rinforzata con la costruzione di più di venti torri.

Nel 1570 Peschici andò in feudo a don Ferrante di Sangro al quale successe poi don Bernardino Turbolo (1571).

Nel '600 un lungo periodo siccitoso provocò carestie decimando la popolazione di Peschici.
Nel '700 la città divenne del Principe d'Ischitella Emanuele Pinto.
Il secolo successivo vide la nascita degli ideali risorgimentali e repubblicani manifestatosi nelle rivolte carbonare (1821) e del 1848. La città partecipò attivamente ad essi ma non compatta se si pensa che durante il voto plebiscitario per l'annessione al Regno d'Italia (1860) quasi metà della popolazione votò per i Borboni.

La fine del XIX secolo e l'inizio del XX furono caratterizzati da una grande miseria che portò molti abitanti a scegliere la via dell'America, in cerca di fortuna.
Oggi Peschici è invece una località di villeggiatura che richiama migliaia di turisti ogni anno, attirati dalla bellezza della baia e dall'affascinante e caratteristico centro storico.

A Peschici si può accedere anche dalla baia tramite una ripida scalinata che entra nel paese fatto di case bianche, stretti vicoli con improvvise scalinate, punti panoramici e caratteristici ristoranti. L'atmosfera delle notti d'estate è avvolgente e piena di vita.

Monumento principale di Peschici è l'Abbazia di Calena la quale comparve già in un documento del 1023 come piccola chiesa sotto la guida della più potente Tremiti.
Restano sparse sul suo territorio anche le torri di difesa costruite nel XVI secolo.
Al di là del paese, che conserva ancora il suo antico castello ricostruito nel XVI secolo, si può visitare il santuario della Madonna di Loreto (XVI sec.) a soli 2 chilometri dall'abitato.

PESCHICI
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Peschici
Alberghi a Peschici

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK