UGENTO

Centro abitato della penisola salentina nella sua parte che si affaccia sul Mar Ionio, Ugento è immersa nelle campagne coltivate a ulivi e vigneti.

Fu centro messapico chiamato Ozan e fondato alla fine dell'età del Bronzo (XV sec. a.C.). Ma la presenza dell'uomo sul suo territorio è testimoniata fin dal Paleolitico superiore (14.000 anni fa) nelle doline di Bocca, Pozzo Zecca e Cesira. Del Neolitico sono invece il menhir di Terenzano e i reperti rinvenuti nelle grotte Artanisi e Don Cirillo.

Con i Messapi il centro conobbe il suo massimo splendore come dichiarato dall'estensione delle mura ciclopiche (lunghe 9 Km, di cui 5 Km tuttora conservati) e dal fatto che Ugento coniò una sua moneta.
In quest'epoca la città divenne uno dei porti principali del Mediterraneo e nodo cruciale per lo scambio di merci via nave.

A partire dal VI secolo a.C. iniziò un processo di ellenizzazione dei costumi dovuti al sorgere della potente colonia greca di Taranto con la quale tuttavia i Messapi intrapresero molte guerre, spesso vittoriose.
Davanti al nascente strapotere di Roma i due nemici si allearono nella lega greco-messapica e chiamarono Pirro, re dell'Epiro, a fronteggiare i Romani. Il re riportò deboli vittorie che divennero proverbiali ma dovette ben presto fare ritorno in patria lasciando il campo libero ai Romani (270 a.C.).

La devozione al nuovo potere comunque non dovette essere immediata se all'arrivo del condottiero Annibale in Puglia la popolazione appoggiò l'invasore (fine III sec. a.C.). Fu per questo gravemente punita da Roma che comunque in seguito le concesse lo status di municipium dopo le guerre civili (82 a.C.).
La fine dell'Impero portò la devastazione delle invasioni dei Visigoti e dei Vandali e Ugento venne anche distrutta dagli Ostrogoti nel 545 nell'ambito dello scontro con i Bizantini di Belisario (535-553).

Conquistata dai Bizantini (553) ne soffrì la debole politica amministrativa che privilegiava i territori d'Oriente a scapito della Puglia.

Nell'842 e nel 924 venne assediata e saccheggiata dai Saraceni.
L'arrivo dei Normanni coincise con l'assedio e la conquista di Ugento. I nuovi signori avviarono la costruzione del Castello sul precedente castello romano in rovina.
Passata sotto gli Svevi prima (1194) e gli Angioini poi (1269) Ugento iniziò un declino economico che durò per secoli.

Nel 1430 venne distrutta per ordine della regina Giovanna II di Napoli.
Il 4 agosto 1537 cadde vittima dell'assalto dei Turchi arrivati dal mare. A difesa i sovrani spagnoli decisero di erigere numerose torri d'avvistamento che ancora oggi caratterizzano il territorio e la costa salentina.

La zona costiera subì un processo di sommersione che ne determinò l'abbandono della popolazione per muoversi su zone interne più elevate.
Ugento fu quindi retta da numerosi signori fino all'abolizione della feudalità nel 1806.

Ugento è dominata dal suo Castello con pianta trapezioidale (XIII sec. poi rimaneggiato nel '700) e dalla bella Cattedrale dedicata all'Assunta (1745, rifatta in seguito alla distruzione turca).

Il Monastero delle benedettine ('500), S. Antonio da Padova ('400) e il Santuario della Madonna della Luce (1576) completano al visita ai maggiori monumenti religiosi di Ugento.

Del fasto antico si possono ammirare le Mura Messapiche e l'Acropoli, primo nucleo della città

Due invece sono i palazzi degni di menzione e visita in città: Palazzo Gigli e Palazzo Colosso, che ospita una raccolta di reperti archeologici.

Fuori città è possibile fare un'interessante visita a Santa Maria del Casale (XII sec.), chiesa basiliana.

UGENTO
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Ugento
Alberghi a Ugento

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK