MODUGNO

A pochi chilometri da Bari nell'entroterra della costa adriatica, s'incontra Modugno che prende il suo nome dal latino Medunium, cioè a metà starda tra Bari e Bitonto lungo la via Traiana.

Fondata nell’Alto Medioevo forse più precisamente all'epoca della dominazione bizantina quando, semplice villaggio contadino lungo la via Traiana, era conosciuto come pagus medùgenus raccolto attorno alla piccola chiesa di S. Maria di Modugno o dell’Assunta (VIII-IX sec.).
Nel X secolo dovette subire le incursioni dei Saraceni, ormai padroni di Bari, che fecero rifugiare gli abitanti nella torre longobarda definita in località Motta.

Nell'XI secolo l'arrivo dei Normanni in meridione cambiò lo scenario di appartenenza delle diocesi, da bizantine passarono sotto l'amministrazione dei Papi di Roma. In questo contesto Modugno comparve in alcuni documenti pontifici (1062-1089) come appartenente alla diocesi di Bari.

Sotto gli Svevi (XIII sec.) il feudo di Modugno passò prima ai Costa (1212) e poi ai Chyurlia.

L'arrivo degli Angioini vide il ritorno di Modugno alla diocesi di Bari (1269) e la fortificazione del borgo il secolo successivo (1349) ad opera dell’arcivescovo Bartolomeo Carafa.

Nel 1440 Modugno andò in feudo agli Orsini del Balzo, già principi di Taranto.

Modugno divenne quindi possesso degli Sforza di Milano conoscendo un periodo di sviluppo e fervore intellettuale.
Dopo la guerra franco-spagnola per il dominio sul Regno di Napoli, conclusasi con la battaglia di Cerignola (1504), gli Spagnoli vincitori confermarono il feudo a Isabella d'Aragona, già principessa di Bari. A lei successe la figlia Bona Sforza (1521) la quale governò il feudo dalla Polonia, dove s'era spostata per il matrimonio con il re Sigismondo, ma Modugno proprio in questo momento visse il suo massimo splendore.
Alla sua morte (1557) il feudo passò alla corona spagnola nella persona di Filippo II il quale lo vendette ad Ansaldo Grimaldi nel 1581 ma la città fieramente riscattò il giogo feudale tramite il pagamento di 40.000 ducati (1582).

Il dominio degli Spagnoli (XVI sec.) coincise per tutto il sud Italia con l'inizio del declino economico a causa di pestilenze e della forte pressione fiscale che portò nel Seicento alla sollevazione del popolo un po' ovunque.

Il governo dei Borboni (1734-1860, eccettuando la pausa napoleonica 1799-1815), vide Modugno diventare città regia beneficiando di privilegi fiscali. Sono di questo periodo la maggioranza dei monumenti oggi presenti in città.

Gli eventi che portarono all'esperienza della Repubblica di Napoli (1806-1815), largamente condivisa dagli abitanti di Modugno, vide la città vivere l'episodio dell'assedio da parte delle truppe sanfediste, fedeli alla monarchia (10 marzo 1799).

Tornata sotto i Borboni (1816), mentre a Modugno si decise l'abbattimento delle mura (3 dicembre 1820), erano in pieno corso i moti carbonari ai quali la città aderì. Nonostante la feroce repressione del governo ormai il corso storico era iniziato e culminò con l'annessione del Regno delle Due Sicilie al Regno d'Italia nel 1861.

La fase successiva fu caratterizzata dal fenomeno del brigantaggio che fu ferocemente represso dalla monarchia.

La Prima Guerra Mondiale fu vissuta da Modugno con un tributo di più di cento abitanti uccisi mentre solo di poco inferiore fu il numero dei martiri della Seconda Guerra Mondiale (1940-1943).

Nel 1946, dopo un referendum istituzionale, il Regno d'Italia adottò il sistema repubblicano.

Da vedere in città la chiesa matrice dell'Annunziata, la Chiesa del Purgatorio ('700), la chiesa dell'Immacolata (1585) e, poco fuori dell'abitato S.Agostino (1608) e la Chiesa di S. Maria delle Grotte con affreschi, dove la tradizione vuole sia morto il patrono di Molfetta, san Corrado di Baviera.

Nei pressi di Modugno (3 km) è visitabile anche Balsignano, piccolo borgo medioevale cinto di mura con castello e preziose chiese al suo interno.

MODUGNO
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Modugno
Alberghi a Modugno

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK