ASCOLI SATRIANO

Ausculum, con questo nome la conoscevano i Romani che la integrarono nel loro sistema stradario con la via Traiana. Ma il suo territorio era abitato fin dall'antichità dai Dauni, antica popolazione illirica che dal Mar Nero mosse fino alle coste dell'Albania8e poi verso la Puglia settentrionale ed il Molise (XI sec. a.C.) sviluppando autonomamente dai Greci una civiltà fortemente evoluta.
Solo tra il VII e il VI secolo a.C. i villaggi ascolani adottarono la moneta e la scrittura dalle colonie greche.

La crescente influenza di Roma sul territorio dell'Italia meridionale portò allo scontro con la greca Taranto la quale chiamò in aiuto Pirro, re dell'Epiro (l'attuale Albania). Qui si svolse la famosa e proverbiale battaglia di Pirro contro i Romani.

Successivamente Ascoli rimase fedele a Roma durante la Seconda Guerra Punica (218-201 a.C.) conoscendo le scorrerie dell'esercito di Annibale che s'accampò in Daunia nel 215 a.C.
Sotto Roma Ascoli conobbe le lotte sociali (90 a.C.) dopo le quali divenne municipium ottenendo la cittadinanza romana.

Con la diffusione del cristianesimo vi furono anche i primi martiri tra i quali Potito, decapitato nel II secolo d.C., attuale santo patrono della città.

La decadenza arrivò con le invasioni barbariche di Visigoti, Eruli e Vandali e la breve parentesi del Regno Ostrogoto (476-535) non servì a dare nuovo sviluppo alle città della Puglia.
Dopo la guerra greco-gotica Ascoli conobbe un periodo di instabilità dovuta alla sua posizione geografica al confine tra le due potenze dell'epoca: Bisanzio e il Regno Longobardo.
In seguito alla discesa dei Franchi che spezzarono il Regno Longobardo dando autonomia al Ducato di Benevento, Ascoli finì sotto la giurisdizione di quest'ultimo.
Nell'882 i Saraceni saccheggiarono e distrussero la città ed a questi numerosi attori s'aggiunse in seguito l'imperatore bizantino Basilio il Macedone il quale arrivò in Puglia per riconquistare i territori perduti. Arrivò quindi anche Ottone I di Sassonia e fino all'XI secolo la situazione fu caratterizzata da continui scontri con alterne fortune.

Il tempo dei Normanni era ormai maturo e nel 1027 la città passò nelle loro mani ma non senza resistenze interne al punto che la città venne incendiata nel 1082 in seguito a delle rivolte.
L'avvento degli Svevi (fine XII sec.) portò ricchezza ad Ascoli per circa un secolo fino all'arrivo degli Angioini (23 agosto 1268).
Sotto il regno di Roberto d'Angiò (1309-43) Ascoli conobbe il dominio delle famiglie baronali e nel XV secolo divenne feudo degli Orsini.
I privilegi e lo sperpero di denaro che caratterizzava la vita dei nobili di Ascoli portò all'adesione alla Repubblica di Napoli (1799) sorta in seguito alla discesa di Napoleone Bonaparte in Italia. La rivolta fu repressa nel sangue e le teste dei repubblicani appese all'albero della libertà da loro stessi piantato.

Dopo il Congresso di Vienna, Ferdinando IV tornò a Napoli ma Ascoli fu attiva anche durante i moti carbonari del 1820.
Distrutta da un terremoto nel 1851, fu ricostruita ed annessa al Regno d'Italia con il plebiscito del 1860.

Ad Ascoli si possono visitare il Ponte Romano a tre arcate sul fiume Carapelle, la Cattedrale romanico-gotica della Beata Vergine Maria della Natività (sec. XII).

Per le vestigia del passato non sono da perdere il Parco Archeologico dei Dauni ed il Museo Archeologico 'P.Rosario'.

In città si tengono il 14 gennaio la Festa dell'asino di San Potito in dialetto la fest d lu ciucch d San Ptit, la Festa del Santo Patrono San Potito in agosto e la Fiera agricola di Santa Lucia il 12 dicembre di ogni anno.

ASCOLI SATRIANO
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Ascoli Satriano
Alberghi ad Ascoli Satriano

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK