Castellaneta
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

CASTELLANETA

In provincia di Taranto nella zona geografica caratterizzata dalla presenza delle gravine s'incontra Castellaneta, le cui origini risalgono all'età del bronzo (3.500-1.200 a.C.) come dimostrato dai ritrovamenti di vasi ed accette effettuati in località Minerva. Probabilmente questi insediamenti erano realizzati dai Siculi prima e dai Iapigi poi.

Dal V secolo a.C. ebbe inizio nella regione un processo di ellenizzazione di tutti i centri messapici guidato dalla potente Taranto.

Nel 272 a.C. Taranto venne conquistata dai Romani i quali in questo modo assoggettarono tutta la Puglia. La città di Minerva venne così ad essere integrata nel tracciato dell'importante arteria commerciale che prende il nome di via Appia. Questo fattore garantì alla città di prosperare per tutto il periodo imperiale.

La fine dell'Impero Romano coincide con il saccheggio e la distruzione di Minerva ad opera dei Visigoti di Alarico (411 d.C.) e la conseguente dispersione della popolazione in tutto il territorio.
Dopo la pausa dell'impero Ostrogoto in Italia (476-535) e la guerra greco-gotica combattuta contro i Goti dal generale bizantino Belisario (535-553), la città venne rifondata nel 550 con il nome di Castanea.

Le successive invasioni barbariche del IX secolo lungo le coste del territorio pugliese determinarono la fuga verso l'interno dei cittadini costieri e l'unificazioni e l'ingrandimento del centro di Castanea che prese il nome di Castellum Unitum, successivamente modificato in Castellanetum.
Dopo essere sata al centro degli scontri tra i Longobardi e i Bizantini per più di 4 secoli, Castellaneta venne presa dai Normanni nel 1064 divenendo sede vescovile nel 1080.

Con l'avvento degli Svevi la città fu affidata alla gestione patrimoniale della diocesi di Taranto.
La fine dell'Impero Svevo avvenuto per mano di Carlo d'Angiò (1266) fece di Castellaneta una città regia.
Successivamente giunsero gli Aragonesi (1442) i quali sconfissero ed allontanarono gli Angioini dall'Italia meridionale.
Divenuta possedimento spagnolo Castellaneta respinse l'assedio delle truppe francesi comandate dal duca di Nemours nel 1503, episodio che gli storici conoscono con il nome di Sacco di Castellaneta. La resistenza della città gli valse il titolo di Fidelissima Civitas donatogli dal re Ferdinando d'Aragona.
Salito al trono di Spagna Carlo V (1516), nipote di Ferdinando, Castellaneta fu donata al fiammingo Guglielmo de la Crou ma i cittadini, avversi alla cessione, fuggirono lasciando cadere la città in rovina.

Questo segnò l'inizio della dominazione di piccoli feudatari che si succedettero fino al 1778.
Il 1799 vide la discesa in Italia delle truppe francesi comandate da Napoleone, le quali diffusero i valori repubblicani e portarono alla formazione della Repubblica di Napoli (1808-1815) sotto la guida di Gioacchino Murat. Castellaneta non fu immune a questo cambiamento epocale tanto che la successiva restaurazione del regime borbonico fu osteggiata subito a partire dal 1821 dalla Carboneria di Castellaneta.

Nel 1860 Castellaneta entrò con voto plebiscitario nel nuovo Regno d'Italia.
Nel 1943 Castellaneta viene bombardata e fortemente danneggiata nell'ambito degli scontri tra alleati e nazisti della Seconda Guerra Mondiale.

Castellaneta, la quale conserva intatta la sua fisionomia di città settecentesca con impianto urbanistico medioevale, offre interessanti spunti culturali per la visita a partire dalla Cattedrale (1220) poi ricostruita nel '700, con facciata barocca e presiosi dipinti al suo interno. Altre chiese visitabili sono S.Francesco (1471), San Domenico, San Michele

Tra i palazzi dei feudatari che governarono la città, degni di menzione sono Palazzo Sarapo e Palazzo Catalano.

Interessanti sono le visite alla Gravina Grande, la quale diede ospitalità agli abitanti durante i secoli delle invasioni barbariche e dei Saraceni, dove si possono visitare numerosi insediamenti rupestri.

CASTELLANETA
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Castellaneta
Alberghi a Castellaneta

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK