Copertino

COPERTINO

A circa 15 Km da Lecce nella penisola salentina s'incontra Copertino, città dominata dalla presenza del suo castello medioevale.

Copertino sorse probabilmente grazie alla riunificazione degli abitanti dei casali di Casole, Cigliano, Mollone e Cambrò. Questi, dispersi probabilmente nei secoli precedenti a causa delle invasioni dei Goti e dei Vandali, nel 560 d.C. diedero vita al nuovo abitato che dapprima prese il nome di Cittadella, poi mutato in Conventino, quindi in Cupertino ed infine in Copertino.
L'origine dell'abitato avvenne quindi in seguito alla guerra greco-gotica (535-553) che eliminò il Regno Ostrogoto d'Italia e rese la Puglia un possedimento bizantino per secoli, soprattutto nella sua parte meridionale. Il periodo bizantino non vide comunque Copertino presente nelle cronache storiche e si dovette aspettare l'arrivo dei Normanni nell'XI secolo quando con Goffredo d'Altavilla, figlio di Roberto il Guiscardo, si decise di edificare la Cattedrale (1088) successivamente dedicata alla Vergine delle Nevi da Manfredi (1235), figlio di Federico II di Svevia.

Con la caduta degli Svevi per mano degli Angioini (1266) Copertino venne affidata prima ai De Pratis, poi ai Brienne di Lecce che finirono ed ampliarono il castello svevo, e quindi ai d'Enghien. Copertino poi passò poi per matrimonio prima agli Orsini e quindi alla famiglia Chiaromonte la quale volle nel XV secolo la costruzione della cinta muraria.

Nel 1498 Copertino passò agli Aragonesi e venne affidata ai Castriota Scanderberg, provenienti dall'Albania, in segno di gratitudine per l'aiuto prestato in battaglia contro i francesi. Sotto la loro guida Copertino conobbe il periodo di maggior sviluppo urbanistico: vennero ampliate e fortificate le mura e venne avviata la costruzione del Monastero di S. Chiara.
Sotto il loro dominio fu inoltre ampliato il castello per volere di Alfonso Castriota il quale affidò i lavori all'architetto Evangelista Menga (1540).
Nel 1557 la città venne acquistata all'asta da Vittoria D'Oria ed il secolo successivo vide la progressiva uscita della popolazione dalle mura medioevali.

Nel XVIII secolo Copertino, come molti altri centri della Puglia, fu colpito da terremoti e carestie e aggravate inoltre dal pessimo governo dei Borboni iniziato nel 1742. Si dovette aspettare la discesa di Bonaparte in italia nel 1799 e l'esperienza repubblicana di Napoli (1806-1815) per sentire aria di rinascita che poi proseguì con i moti carbonari (1820) e culminò nella caduta dei Borboni per mano di Garibaldi.
Gli abitanti entrarono a far parte del Regno d'Italia per voto plebiscitario (1860).

Qui nacque San Giuseppe da Copertino, diventato patrono degli aviatori per la sua rara capacità di lievitare in aria.

La visita di Copertino può partire dal suo centro dove si erge maestoso il Castello Normanno-Svevo poi modificato sia dagli Angioini che dai Castriota.
Tra le chiese, oltre alla già citata Chiesa Matrice, si possono visitare la chiesa di Casole (XIII sec.), il complesso dei Domenicani, il Monastero e la chiesa di S. Chiara.

Tra gli esempi di architettura civile riportiamo i palazzi Prence, Ventura, Pappi e Capozza con bel portale.

Poco fuori dell'abitato è possibile visitare i frantoi ipogei, usati per la lavorazione dell'olive fin dall'epoca dell'antica Roma.

COPERTINO
città d'arte

regione Puglia
Castello - Copertino
CASTELLO
Ponte del Castello - Copertino
CASTELLO

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Copertino
Alberghi a Copertino

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK