Vue - Parma Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

PARMA

Parma, Capitale, per oltre tre secoli, di un importante ducato ha conservato numerose memorie del suo nobile passato negli splendidi monumenti artistici, nei vari musei, nelle sue vivissime tradizioni culturali (l'Università di Parma è una delle più antiche d'Italia e il quotidiano cittadino, La gazzetta di Parma, è il più antico quotidiano italiano [1735]) e musicali (la città, sede del conservatorio A. Boito e dell'Istituto di studi verdiani, deve la sua fama di grande centro musicale anche all'eccezionale competenza operistica degli appassionati frequentatori del celebre Teatro Regio).

Esisteva un centro abitato nell'età del bronzo, ma la struttura cittadina vera e propria risale presumibilmente agli Etruschi ( VI sec. a.C.), ai quali succedettero i Galli Boi ( IV sec. a.C.) e infine i Romani nel corso della conquista della Gallia Cisalpina (fine del III- inizio del II sec. a.C.). I Romani vi dedussero poi una colonia (183 a.C.) e da quel momento ebbe inizio la fortuna della città. Ottenuta la cittadinanza romana nel 49 a.C., anche durante la decadenza dell'Impero conservò una posizione di prestigio grazie alla sede episcopale, istituita forse nella prima metà del IV sec. Nel corso della dominazione degli Ostrogoti subì danni ingenti dalla guerra gotico- bizantina. Ma già nella seconda metà del VI sec. l'amministrazione bizantina favorì la città istituendovi la sede dell'erario (donde il nome di Chrysopolis [“Città dell'oro”], spesso attribuitole nel medioevo). Con la conquista longobarda (569), Parma divenne sede di un duca e, con quella franca (774), di un conte. Il legame tra l'episcopato e l'Impero pose Parma, durante le lotte fra l'Impero e il papato della seconda metà dell' XI sec., in contrasto con quest'ultimo. La città e l'episcopato passarono dalla parte imperiale alla parte papale in seguito alla conquista della contessa Matilde di Canossa (1104). Si formava intanto il Comune cittadino (1085-1090 circa). Nel conflitto tra i Comuni e Federico I Barbarossa, dopo aver appoggiato l'imperatore, si unì alla Lega lombarda (1167). Nella lotta tra Federico II e i Comuni lombardi, si schierò dalla parte dell'imperatore, che le concesse ampio favore; ma, divisa all'interno da opposte fazioni, per il sopravvento dei guelfi, capeggiati da Bernardo Rossi, sui ghibellini, Parma finì col ribellarglisi. Assalita e assediata da Federico II, riportò su di lui una vittoria memorabile (febbraio 1248) e determinante per le sorti della potenza sveva in Italia. Nella seconda metà del XIII sec., col sopravvento della parte guelfa e popolare (rappresentata dagli artigiani e dai mercanti organizzati nelle corporazioni e nella Società dei crociati) sulla nobiltà, si profilò il regime signorile. La signoria si affermò con i da Correggio che ressero la città, sia pure attraverso contrasti ed espulsioni, fino agli inizi del XIVsec.; dopo, la signoria dei Visconti (1346-1404 e 1420-1447) restituì alla città una certa tranquillità e ne favorì il progresso economico, inserendola nel potente sistema politico milanese. Tale politica fu continuata dagli Sforza (1449-1500), ma gravi turbamenti intervennero nella prima metà del XVIsec., quando la città, durante le guerre di predominio, subì alternativamente la dominazione francese e papale. Nel 1545 papa Paolo III Farnese (che era stato vescovo di Piacenza) staccò Parma dai domini della Chiesa e la eresse, insieme con Piacenza, a ducato, a beneficio del figlio Pier Luigi, la cui dinastia durò fino al 1731. I Farnese accrebbero il decoro della città, assurta nel Rinascimento a grande splendore artistico e culturale. Ai Farnese succedette la dinastia dei Borbone (salvo la breve parentesi della dominazione absburgica dal 1738 al 1748), sotto la quale Parma divenne uno dei centri più attivi del pensiero illuministico e dell'attività riformistica della penisola.

PAG. 1 | 2 | avanti >>

PARMA
città d'arte

regione Emilia Romagna
Foto Tour
(in progress)

 

 

Guida della città
profilo artistico
musei
mostre
hotel

 

Città dell'Emilia Romagna
Bologna
Ferrara
Modena
Parma
Ravenna

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 



ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK