San Michele - Lucca

LUCCA

Fondata dai liguri su un’isola del fiume Serchio, occupata dagli etruschi nel corso del sec. V a.C., la città di Lucca divenne poi colonia romana (180 a.C.) e in seguito municipio (89 a.C.).
Capoluogo della Tuscia sotto i longobardi (sec. VI), poi contea franca (sec. VIII), fu capitale del marchesato di Toscana (sec. IX-X), rivaleggiando con Pisa.
Il sorgere degli ordinamenti comunali fu favorito dagli imperatori in seguito all’appoggio ottenuto contro il papato (fine sec. XI), ma nel 1197, a causa del mutamento della politica imperiale, la città aderì alla lega guelfa. Economicamente fiorente (era un polo di produzione di lana e seta nonché importante centro finanziario internazionale), cercò di ottenere il controllo delle vie commerciali toscane, espandendosi verso il contado ed entrando nuovamente in contrasto con Pisa (guerre per il controllo della Garfagnana e della Versilia, s sec. XIII). Caduta sotto il controllo pisano nel 1314 con conseguente soppressione degli ordinamenti statutari, si rivoltò sotto la guida di Castruccio Castracani (1320), che, ottenuto il titolo di “capitano generale”, promosse una politica di espansione (occupazione di Pistoia, guerra contro Firenze) grazie all’aiuto imperiale. Colpita dalla peste del 1348, sottoposta a pesanti tributi, nuovamente occupata dai pisani, pagò poi la sua libertà con un prezzo di 100.000 fiorini (1369) ma purtroppo perse progressivamente la sua importanza economica, decadendo definitivamente nei sec. XVII per una serie di concause: le pestilenze nel 1630-31 e nel 1648-50, i fallimenti delle compagnie mercantili; decadenza che si protrasse anche nel secolo XVIII. Conquistata dalle truppe napoleoniche (1799), nel 1805 divenne un principato governato da Felice Baciocchi ed Elisa Bonaparte (sorella di Napoleone), che introdussero il nuovo codice civile e avviarono importanti lavori pubblici. Assegnata alla duchessa Maria Luisa di Borbone nel 1815, passò poi al granducato di Toscana nel 1847 e, con questo, fu annessa al Regno d’Italia nel 1860.

Dal punto di vista artistico la città di Lucca, racchiusa dalla stupefacente cinta muraria del rinascimento (1504-1645), mantiene ancora intatto il suo nucleo urbanistico antico, conservando così l’impianto medievale. La cerchia delle mura, rimaste intatte(sono lunghe quasi 5 km, sono formate da 12 cortine e 11 baluardi e sono alte 12 metri sul livello cittadino), sono state trasformate in una passeggiata alta sui tetti delle case, il ché permette un modo unico di vedere la città.

Per una veduta generale di questo perfetto impianto e della forma delle mura e dei baluardi, nonché per accorgersi che la città ha mantenuto l’aspetto della città-stato di un tempo con l’impianto urbanistico fatto di vicoli e strade strettissime su cui si alzano torri e che si aprono negli improvvisi slarghi delle piazzette, vale la pena salire sulla sommità della Torre Guinigi, annessa alle omonime case medievali: la visuale domina tutta la città e oltretutto si vede da vicino la curiosità di questa torre sulla cui sommità è cresciuto nel tempo un gruppo di lecci.

PAG. 1 | 2 | avanti >>

LUCCA
città d'arte

regione Toscana

 

Guida della città
profilo artistico
musei
hotel

 

Città della Toscana
Firenze
Arezzo
Lucca
Pisa
Pistoia
Siena

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 



ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK