Randazzo
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

RANDAZZO

A 754 metri d'altezza sul versante nord occidentale dell'Etna, sopra una colata lavica d'età preistorica, s'incontra Randazzo, gioiello medievale intoccato dall'eruzioni etnee.

La fondazione di Randazzo è d'epoca bizantina ma risulta dai ritrovamenti e dagli scavi archeologici che l'area dell'abitato fosse già abitata in epoca antica: romana, greca o addirittura precedente.
Certamente passò agli Arabi nel IX secolo conoscendo peraltro un periodo di sviluppo come tutta la Sicilia ma è del periodo normanno l'incastellamento e la costruzione della cinta muraria. Fu poi degli Svevi (XIII sec.) e degli Angioini che tuttavia furono subito allontanati dalla Sicilia con i Vespri Siciliani (1282) ai quali Randazzo partecipò in prima linea diventando la base dell'esercito di Pietro I d'Aragona in guerra con gli Angioini.
Gli Aragonesi peraltro la amarono al punto da sceglierla come dimora estiva fregiandosi del titoli di duca della città.

In città fino al '500 si parlavano tre dialetti (greco, latino e lombardo) derivanti da tre differenti comunità che s'identificavano con tre chiese diverse: S.Maria, S.Nicolò e S.Martino. Le tre chiese, rappresentando tre diversi gruppi etnici, furono per secoli ognuna sede della Chiesa Matrice con turno triennale fino al 1916, quando il ruolo venne assunto stabilmente dalla Chiesa di S.Maria.

Il 13 agosto 1943 le truppe alleate anglo-americane conquistavano Randazzo ponendo fine alla presenza delle truppe tedesche in Sicilia, che avevano in città il loro comando militare.

Attraverso la Porta Aragonese (1282) che si apre nelle mura medievali si giunge alla Chiesa di S.Maria con bel campanile, edificio normanno-svevo costruito tra il 1217 e il 1239 che custodisce nel suo interno preziose opere d'arte.
S.Nicolò (XIV sec.), che sorge nella piazza omonima, fu riedificata nel 1583 e poi fortemente danneggiata dal bombardamento anglo-americano della Seconda Guerra Mondiale. La terza chiesa importante di Randazzo, S.Martino, fu quasi distrutta dalle bombe e rimaneggiata nei secol, ma presenta al suo fianco ancora intatto il bel campanile trecentesco.

Da visitare certamente in città anche la Casa Scala o Palazzo Reale d'epoca normanna, che ospitò nei secoli reggenti e nobili di tutta Europa ed il Castello svevo, sede del Museo dei Pupi siciliani.

RANDAZZO
città d'arte

regione Sicilia, isola

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Randazzo
Alberghi a Randazzo

 

Città della Sicilia
Palermo
Agrigento
Catania
Enna
Messina
Siracusa
Trapani
Altre città d'arte
Acireale
Alcamo
Caccamo
Caltagirone
Caltanissetta
Castelvetrano
Cefalù
Erice
Gela
Lentini
Licata
Lipari
Marsala
Mazara del Vallo
Milazzo
Modica
Monreale
Noto
Palazzolo Acreide
Piazza Armerina
Ragusa
Randazzo
Sciacca
Scicli
Taormina
Termini Imerese
Siti Archeologici
Akrai
Megara Iblea
Morgantina
Mozia
Pantalica
Segesta
Selinunte
Tindari
Valle dei Templi
Villa Romana del Casale

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK