Mazara del Vallo
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

MAZARA DEL VALLO

Lungo le coste meridionali della Sicilia occidentale Mazara del Vallo ha sempre legato la sua esistenza alla pesca ed al commercio marinaro. Tutt'oggi la pesca è l'attività economica dominante.

Per la presenza del mare e del fiume l'area venne abitata fin dal Neolitico.
Il primo insediamento urbano fu comunque voluto dai Fenici (IX sec. a.C.) che fecero di Mazar (significa porto in fenicio) un porto di scalo per i loro traffici marittimi.
Mazara del Vallo divenne poi polis greca amministrata da Selinunte e dopo la distruzione di Segesta nel 409 a.C. venne presa dai Cartaginesi nel 406 a.C.. In seguito alla politica aggressiva ed espansionistica di Dioniso I, Mazara passò sotto il dominio di Siracusa restandoci per circa 20 anni fino al 378 a.C. quando fu ripresa dai Cartaginesi.
Nel 210 a.C. passò ai Romani divenendo castrum e conoscendo un periodo di sviluppo in epoca imperiale.
Conobbe poi l'arrivo dei Vandali e fece parte del Regno Ostrogoto poi cancellato dai Bizantini con la guerra greco-gotica (535-553 d.C.) voluta dall'imperatore Giustiniano I e fatta dal mitico generale Belisario.
Dopo secoli bui sotto l'Impero Romano d'Oriente arrivarono nell'827 gli Arabi che da qui iniziarono la conquista di tutta la Sicilia. Durante questo periodo la città fiorisce economicamente ed assume il classico impianto urbanistico arabo con mura quadrangolari e vicoli stretti e la sua fioritura è tale che Mazara fu poi baluardo degli Arabi di fronte alle mira di conquista di Ruggero d'Altavilla, il quale conquistò tutta la regione (1072) e fece di Mazara la sede del parlamento normanno in Sicilia (1097). Poco prima (1093) la città era diventata sede vescovile ed era stata avviata la costruzione della cattedrale.

Numerosi sono i luoghi luoghi di interesse storico ed architettonico di Mazara del Vallo: la Cattedrale normanna in Piazza della Repubblica, sorta su una precedente moschea e restaurata in epoca barocca; la la chiesa di Santa Caterina, risalente al 1318 ma rimaneggiata anch'essa nel XVIII secolo; la chiesa di Sant'Egidio (1424) sede del museo di Sant'Egidio; la chiesa normanna di San Michele (XI sec.); San Nicolicchio (1124).
Altre chiese più distanti sono S.Mari del Gesù (XV sec.) con bel portale gotico e la chiesa della Madonna dell'Alto, voluta da Giulietta d'Altavilla, figlia di Ruggero II, nel 1103.

Nel 1998 nelle sue acque un pescatore ha rinvenuto a 400 metri di profondità il famoso Satiro Danzante, una statua forse appartenuta ad un corte dionisiaco d'una bellezza rara e evocativa, oggi è esposta al Museo Regionale di Sant'Egidio.

MAZARA DEL VALLO
città d'arte

regione Sicilia, isola

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Mazara del Vallo
Alberghi a Mazara

 

Città della Sicilia
Palermo
Agrigento
Catania
Enna
Messina
Siracusa
Trapani
Altre città d'arte
Acireale
Alcamo
Caccamo
Caltagirone
Caltanissetta
Castelvetrano
Cefalù
Erice
Gela
Lentini
Licata
Lipari
Marsala
Mazara del Vallo
Milazzo
Modica
Monreale
Noto
Palazzolo Acreide
Piazza Armerina
Ragusa
Randazzo
Sciacca
Scicli
Taormina
Termini Imerese
Siti Archeologici
Akrai
Megara Iblea
Morgantina
Mozia
Pantalica
Segesta
Selinunte
Tindari
Valle dei Templi
Villa Romana del Casale

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK