Ostuni
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

OSTUNI

Solo qualche chilometro dalla bellissima costa adriatica in cima ad una collina solitaria sorge Ostuni, conosciuta anche come la Città Bianca.

Il suo nome deriva dal greco Astu-neon, che significa città nuova con riferimento probabile ad un'altra città preesistente sullo stesso colle.
Certamente il territorio alle pendici della collina doveva essere abitato dai Messapi (V sec. a.C.) come testimoniano i ritrovamenti di tombe effettuati alla Rosara, a Santo Stefano, al mercato Boario, a villa Nazareth.

Ma il territorio fu abitato fin dal Paleolitico medio (50.000 anni fa) e in quello superiore. Importante è il ritrovamento della cripta di Santa Maria di Agnano dove giaceva lo scheletro di una donna incinta (25.000 anni fa).
In molte località attorno a Ostuni sono stati rinvenuti anche insediamenti di epoca Neolitica

Ostuni passò come tutta la Puglia sotto la dominazione di Roma dopo le battaglie contro Pirro (280-275 a.C.) e, durante la Seconda Guerra Punica dovette soffrire per il flagello portato dagli scontri tra Cartaginesi di Annibale ed i Romani (220-205 a.C.)

Poco si sa del periodo romano imperiale e medioevale ma l'abitato esisteva intorno all'anno 1000 poco prima dell'arrivo dei Normanni.
Fu Ruggero II il Normanno ad ordinare la costruzione del Castello, di cui resta solo il giardino ed una torretta, mentre era signore di Ostuni Goffredo (1101-1115, conte di Lecce. Alla sua morte passò al figlio Accardo e quindi direttamente alla corona.
Nel secolo successivo (XII sec.) Ostuni sarà di Roberto Visconte, poi nuovamente nel Regio Demanio e poi parte del Principato di Taranto retto da Manfredi, figlio dell'Imperatore Federico II di Svevia.
La morte di Manfredi (1266) coincise con la salita al trono degli Angiò nel meridione e Carlo II donò Ostuni al figlio Filippo nel 1294.

Nel 1373 passò a Giacomo del Balzo, poi ai Sanseverino, quindi agli Orsini (1420) seguendo la storia del Principato di Taranto.

Nel XV secolo venne costruita la Cattedrale romanico-gotica.

Sotto gli Aragonesi Ostuni fu comprata da Caterina Sanseverino ma ci fu un'insurrezione degli abitanti, non contenti dell'operazione economica. Passata velocemente di mano negli anni degli scontri tra Spagnoli e Francesi la città fu di Bona Sforza (1524), figlia di Isabella d'Aragona e regina di Polonia.
Fu poi comprata da Ferdinando Loffredo e dal duca Giovanni Zevallos nel secolo successivo (1639) sotto la cui famiglia Ostuni rimase fino alla breve esperienza repubblicana seguita alla discesa di Napoleone Bonaparte in Italia (1799).
Tornata agli Zevallos Ostuni fu loro feudo fino al 2 agosto 1806, giorno in cui venne abolita la legge feudale da Giuseppe Bonaparte, re di Napoli.

Con il ripristino dei Borboni sul trono delle Due Sicilie (1815) le istanze democratiche vissero nelle associazioni segrete carbonare e risorgimentali che provocarono i moti del 1820 e del 1848, passi decisivi per la nascita del Regno d'Italia (1861).
Ostuni aderì in massa agli ideali repubblicani divenendo uno dei fulcri della protesta di tutta la regione.

In seguito la città ed il suo territorio soffrirono per il fenomeno del brigantaggio fino all'avvento della Prima Guerra Mondiale alla quale Ostuni contribuì con il sacrificio di alcuni suoi cittadini.
Tra le due guerre l'economia fu essenzialmente basata sull'agricoltura ed i suoi prodotti. Celebre l'olio di oliva della zona.
Negli ultimi anni invece Ostuni ha assunto sempre più una vocazione turistica incoraggiata dalla bellezza dei suoi vicoli e dalla vita

Ostuni è detta la Città Bianca per la particolare colorazione delle case con la calce viva che la rende visibile da molto lontano. L'uso della calce deriva dal periodo di pestilenze ed è un buon metodo per dare luce alle strade incassate tra le case addossate l'una all'altra.

Ad Ostuni si accede attraverso Porta Nova (XV sec.) e Porta San Demetrio (XIII sec.) che si aprono nella cinta muraria la quale ha la particolarità di ospitare abitazioni civili.
Tra le chiese citiamo S.Giacomo di Compostella (XV sec.), S.Maria Annunziata (1499), la sobria Madonna della Nova (1561), S.Pietro (1659) e la Cattedrale (XV sec.) con splendido rosone.

Per rilassarsi si può fare sosta a Villa Comunale, unico parco della cittadina.

OSTUNI
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei
eventi

Visita Ostuni
Alberghi a Ostuni

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

Masseria Brancati - Ostuni B&B Masseria Brancati - www.masseriabrancati.com
Storica Masseria tra Ostuni e il mare immersa tra gli ulivi secolari. Appartamenti e camere disponibili tutto l'anno ed eccezionale produzione di olio extravergine d'oliva...
--------------------------------------------------------------------------------------------

  • Il Tuo Sito - http://www.il tuo sito.com
    Descrizione del tuo sito.
  • ... Hai un sito da promuovere? Metti qui il tuo link!

 

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK