ORIA

Situata a metà strada tra Brindisi e Taranto, Oria appare da lontano al visitatore con tutta la suggestione della sua unicità e la bellezza del suo castello.

Storia

Secondo lo storico greco Erodoto (484-425 a.C.) Oria fu fondata da un gruppo di naufraghi cretesi i quali scelsero la sua altura come elemento difensivo e la nuova città fu chiamata Hyria.

Certamente la tradizione concorda nel citare gente di origine greca per la fondazione di Oria richiamando in causa anche i Messapi (Strabone, i sec. a.C.), di provenienza illirica.
Ma il territorio di Oria era certamente abitato fin dall'età del Rame (XVII sec. a.C.) come dimostrato dai numerosi ritrovamenti di necropoli e manufatti.
Ancora per Strabone la città fu città-stato dei Messapi, sede di una grande reggia e di un santuario in località del monte Papalucio (VI sec. a.C.).
Insomma Oria era città di rango con grandi mura erette a protezione a causa dell'inasprimento dei rapporti con le città greche di Taranto e Reggio (VI sec. a.C.) alla quale arrivò a muovere guerra nel 473 a.C.. La disfatta dei greci fu enorme e la fama dei cavalieri messapi si sparse in tutto il mondo antico.
Taranto in seguito alla sconfitta mutò regine politico inaugurando una democrazia.

La crescente potenza romana arrivò ad inglobare il territorio di Oria dopo le guerre con Pirro, re dell'Epiro chiamato a comandare la lega greco-messapica. La sua sconfitta a Maleventum (275 a.C., la città per l'occasione fu ribattezzata dai Romani Beneventum) aprì la strada ai Romani verso la Puglia.
Oria comunque mantenne molta della sua importanza anche sotto Roma continuando a battere moneta propria. I Romani costruirono ville di campagna e diedero alla città prima il titolo di municipium (88 a.C.), poi quello di foederata, e fecero passare per Oria il tracciato della Regina Viarum: la via Appia. Il continuo passaggio di merci e genti garantì ad Oria fortuna e sopravvivenza per tutto il periodo imperiale.


Luoghi d'interesse


Oria emana un fascino unico sia per la sua posizione geografica che per la bellezza e quantità di monumenti che custodisce. A partire dal Castello, edificato sul primo nucleo dell'acropoli messapica, là dove sorse un castrum romano e venne edificato in epoca bizantina il primo nucleo dell'attuale edificio.

Per entrare ad Oria si passa per una delle sue tre porte: Porta degli Ebrei o Taranto, Porta Manfredi o degli Spagnole.
Il Castello domina il borgo, ancora cinto dalle mura medievali, che sorge su tre differenti colline e si snoda tra strette e caratteristiche vie costellate di palazzi e chiese ricche di storia e fascino.

La Cattedrale, ricostruita in stile barocco dopo il terremoto del 1743, conserva dipinti e vestigia del passato remoto di Oria: i resti messapici, una cisterna romana e tombe di frati e vescovi.
Vicino alla basilica s'incontra la Torre Palomba o Carnara la quale sembra essere l'ultimo baluardo esistente dell'antica città dei Messapi.
Nelle vicinanze del centro e della basilica anche il Palazzo Vescovile e Palazzo Martini.

Tra le chiese spiccano per interesse artistico quella di San Francesco d'Assisi (che qui passò in predicazione), S.Francesco di Paola (1580) S. Maria al Tempio (XII sec.), S.Giovanni Battista e S.Domenico (1572).

Fuori dell'abitato da non perdere la visita alla chiesa di S. Maria di Gallana (altomedievale) lungo la via Appia Antica e quella della Madonna della Scala (XIII sec.).

PAG. 1 | 2 | avanti >>

ORIA
sito archeologico

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei
eventi

Visita Oria
Alberghi a Oria

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK