San Nicola - Isole Tremiti
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

ISOLE TREMITI

Arcipelago di rara bellezza che sorge dal mare di fronte al Gargano, le Isole Tremiti sono San Domino, San Nicola, Capraia, Pianosa e il Cretaccio.

Le isole erano conosciute dagli antichi romani come Insulae Diomedeae in quanto la leggenda vuole che qui approdò, morì e fu sepolto l'eroe greco Diomede ed i suoi compagni vennero tramutati in diomedee, uccelli marini che nelle isole Tremiti nidificano sulle rocce di S. Domino.
Le isole comunque vennero abitate fin dal Neolitico (10.000-3.500 a.C.). In particolare S. Domino presenta tracce di villaggi del VII, del IV e del III millennio a.C. mentre a S. Nicola sono stati trovati tracce risalenti all'età del ferro e tombe relative all'età ellenistica.

Durante l'Impero Romano le isole furono certamente usate come luogo di confino come testimoniato dalla vicenda di Giulia Minore, nipote di Augusto, la quale, scoperta adultera dal nonno, venne esiliata fino alla morte per 20 anni sulle isole.
Di questo periodo sono stati rinvenuti resti di alcune domus romane con pavimenti a mosaico.

La stessa sorte toccò a Paolo Diàcono, autore dell'" Historia Langobardorum", il quale fu esiliato nelle Tremiti tra il 771 e il 786 per aver congiurato contro l'imperatore Carlo Magno.

Nel IX secolo arrivarono sulle isole alcuni monaci benedettini della potente Abbazia di Montecassino e nell'XI secolo venne avviata la costruzione della chiesa di Santa Maria a Mare e dell'adiacente Monastero Benedettino (1045).
I monaci nell'arco di duecento anni accumularono enormi ricchezze e possedimenti sulla costa pugliese ed intrecciarono rapporti con i corsari e commercianti delle coste dalmata. Troppo desiderosi di rendersi indipendenti dall'Abbazia di Montecassino furono infine sostituiti da Papa Gregorio IX con monaci cistercensi (1237).

Sotto gli Angiò venne costruita la torre a San Nicola

Nel 1334 i corsari dalmati comandati da Almissa riuscirono ad entrare nel monastero grazie ad un inganno: finsero di voler dare cerimonia e sepoltura ad un compagno morto in mare ma, durante il funerale in chiesa ad un segnale convenuto, estrassero i pugnali e sterminarono i monaci, portando via dall'isola tutte le ricchezze.
L'eco della mattanza fu talmente grande che le isole rimasero deserte fino al 1412 quando Papa Gregorio XII riuscì ad inviare una congregazione di Canonici Lateranensi.

I nuovi ospiti dell'Abbazia la trasformarono secondo lo stile rinascimentale ed in pochi anni riuscirono nuovamente a possedere ingenti ricchezze nel territorio.
Nel 1567 l'abbazia riuscì a resistere all'attacco di 150 navi turche comandate da Pialj Pascià.

Da questo momento tuttavia l'abbazia conobbe un forte periodo di declino economico al punto tale che nel 1647 fu proposto di vendere l'intero complesso ai Padri Celestini per 400.000 ducati. Solo l'intervento del re impedì la transazione.
Con l'avvento dei Borboni, Carlo III dichiarò le isole Tremiti di proprietà regia (1737). Il suo successore, Ferdinando IV, chiuse per sempre l'Abbazia tremitese (1782) e acquisì tutti i suoi possedimenti. Lo stesso sovrano dieci anni più tardi volle che le isole divenissero una colonia penale nella quale confluirono parecchi esponenti dei moti risorgimentali e briganti del secolo successivo.
Nel 1806 l'isola venne presa dai seguaci di Murat che resistettero ad un bombardamento delle navi inglesi.
La prigione rimase attiva fino al 1926 quando divenne confino politico ed ospitò anche il futuro presidente della Repubblica italiana, Sandro Pertini.

Il 14 luglio 1989 le Isole Tremiti vengono dichiarate riserva naturale marina.

ISOLE TREMITI
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Isole Tremiti
Alberghi a Isole Tremiti

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK