Giovinazzo
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

GIOVINAZZO

Splendido ed evocativo borgo che si affaccia lungo la costa adriatica, Giovinazzo era già conosciuto dai Romani con il nome di Natiolum, forse sorta sulle rovine di un antico centro peucezio raso al suolo durante le guerre puniche (III sec. a.C.).
La leggenda invece vuole la sua fondazione per mano di Perseo, figlio di Giove, con il nome di Jovis natio.

Durante l'epoca imperiale il centro s'accrebbe essendo naturalmente situato vicino al tragitto della via Traiana (costruita tra il 108 e il 110 d.C.). Lo stesso imperatore Traiano volle che venisse fortificata nel 102.

Tra le prime località della Puglia ad essere convertite al cristianesimo, Giovinazzo contava già molte chiese sul suo territorio all'epoca della fine dell'Impero Romano.
Nel 550 divenne sede episcopale acquisendo ulteriore importanza.

Nell'Alto Medioevo (VII sec.) il borgo mutò nome in Juvenatium, cioè Juvene Natiolum, a significare una discontinuità con il vecchio borgo probabilmente distrutto dalle invasioni di Visigoti, Vandali e Ostrogoti (V sec. d.C.).
Passata sotto i possedimenti bizantini dell'Impero Romano d'Oriente Juvenatium vide l'alternarsi di Longobardi e Bizantini al potere e conobbe le incursioni dei Saraceni (IX e X sec.).

Con l'arrivo dei Normanni nell'XI secolo il borgo si trasforma urbanisticamente con la costruzione della Cattedrale (XII sec.), dedicata a Santa Maria Assunta, e di altre chiese nel centro storico e dimore nobiliari di grande bellezza a testimoniare un periodo di arricchimento del borgo.

Con l'avvento degli Angioini (XIII sec.) ed il loro malgoverno Giovinazzo conobbe un periodo di declino economico interrotto solo dall'arrivo degli Aragonesi nel XV secolo.

Nel 1521 l’imperatore Carlo V la vendette a don Ferrante di Capua, duca di Termoli.
Dopo fu feudo dei Gonzaga, che la governarono per più di un secolo cedendola nel 1639 a Domenico Giudice, principe di Cellamare. I Giudice la ressero fino al 1770 dopo di che Giovinazzo passò sotto l'orbita diretta dei Borboni che visitarono la città nel 1797.
Nel 1860 Giovinazzo prese parte alla votazione plebiscitario che sancì la sua annessione e quella delle Puglie al Regno d'Italia (1861).

La visita di Giovinazzo rimane nell'animo del visitatore più sensibile toccato dal fascino della sua vocazione marina e dalla bellezza architettonica dell'intero borgo.
Al borgo si accede attraverso l'Arco Traiano che ingloba quattro colonne della variante marina dell'antica Via Traiana. Si arriva quindi alla Cattedrale romanica, vero gioiello di architettura romanica che conserva presiose opere d'arte ed affreschi al suo interno.
Nei pressi del Duomo sorgono alcuni splendidi palazzi: Palazzo Framarino Malatesta (XIV-XIX sec.), il Palazzo Vescovile (XIV-XV sec.), Palazzo Ducale (1657) e non distante Palazzo Lupis (XIII secolo).

Tra le chiese del borgo: la Madonna di Costantinopoli, con la scultura in pietra di S. Cristoforo, S. Carlo, S. Maria del Carmine, la bella Santa Maria degli Angeli (1200), S. Felice, S. Giovanni Battista, lo Spirito Santo (1395), S. Lorenzo.

GIOVINAZZO
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Giovinazzo
Alberghi a Giovinazzo

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK