Bitonto
Questo file si trova su Wikimedia Commons. Clicca sulla foto per vedere la sua pagina di descrizione e la sua licenza.

BITONTO

La città degli ulivi sorge vicino a Bari, lungo la costa adriatica che fin dalla fine dell'ultima glaciazione (10.000 anni fa) fu testimone dello sbarco di popolazioni indoeuropee provenienti da Oriente. Una di queste popolazioni, dopo il suo arrivo sulle coste adriatiche dall'Illiria, diede origine al popolo dei Peucezi il quale fondò Butuntum. La tradizione assegna la fondazione della città al re illirico Botone.

Successivamente la città divenne greca sotto l'influenza di Taranto ma mantenendo una sua autonomia e battendo moneta propria.
Presa dai Romani in seguito agli scontri con il re dell'Epiro Pirro (III sec. a.C.) fu municipium in età repubblicana ed imperiale e divenne importante snodo della via Traiana.
Dopo la caduta di Roma e le successive invasioni barbariche fece parte del Regno Ostrogoto (476-535) prima che questo fosse cancellato con la guerra greco-gotica (535-553) dall'Impero Romano d'Oriente il quale si annesse gran parte del Sud Italia.

Rimase bizantina anche dopo la discesa dei Longobardi di Alboino in Italia nel 569 ma da questi fu conquistata poco dopo insieme a gran parte della Puglia (616) e vi rimase fino alla discesa dei Franchi (774) che posero fine al dominio longobardo e diedero nuovo fiato alle conquiste dei Bizantini che intorno all'anno 1000 dominavano tutta la regione. Nel 975 i Saraceni furono sconfitti dai Bizantini comandati da Zaccaria.
Il governo bizantino creò malcontento nella popolazione che si unì nella lega dei Comuni di Puglia e grazie all'appoggio dei Normanni comandati da Roberto il Guiscardo si liberarono del giogo bizantino.
In questo periodo venne edificata la Cattedrale e Bitonto ottenne privilegi che mantenne anche durante il successivo dominio degli Svevi (1194-1266).

Con l'avvento degli Angioini (1266) al trono di Napoli Bitonto divenne un marchsato e conobbe la signoria di numerose famiglie tra le quali i Caldora (1412), i Ventimiglia, gli Orsini, gli Acquaviva, i Cordova (1503), fino a diventare città libera nel 1552 in seguito al pagamento di 66.000 ducati.
Da questo momento la città conobbe un periodo di fioritura sia economico che artistica tanto che nel 1669 divenne la seconda città della Puglia per importanza.

Il 25 Maggio 1734 a Bitonto venne combattuta la battaglia tra Austriaci (in Puglia dal 1707) e Spagnoli che vide la vittoria degli ultimi e la salita al trono dei Borboni nell'Italia meridionale.

Nel 1860 Bitonto fu annessa al Regno d'Italia.

La visita della città non può che iniziare dalla sua Cattedrale (XII e XIII secc.) in stile romanico con cripta al suo interno di epoca precedente (V-VI secolo).

Il centro storico è impreziosito da palazzi di epoca rinascimentale quali Palazzo Sylos-Calò (1529-83), Palazzo Sylos-Vulpano (1445), Palazzo De Lerma (XVI sec.) e il contemporaneo Palazzo De Ferraris-Regna.
Impossibile nominare tutte le chiese tra le quali vogliamo ricordare la Chiesa del Crocifisso e, poco fuori città, la chiesetta dell'Annunziata.

La città è circondata ancora dalle sue antiche mura medioevali lungo le quali si aprono le porte Maja e Baresana. Degno di nota anche il Torrione angioino (XIII sec.).

BITONTO
città d'arte

regione Puglia

 

Guida della città
profilo artistico
musei

Visita Bitonto
Alberghi a Bitonto

 

Città della Puglia
Andria
Barletta
Bari
Brindisi
Foggia
Lecce
Taranto
Trani
Altre città d'arte
Acaya
Alberobello
Alezio
Altamura

Ascoli Satriano

Bisceglie
Bitonto
Bovino
Calimera
Canosa
Casarano
Castel del Monte
Castellaneta
Ceglie Messapica
Cerignola
Cisternino
Conversano
Copertino
Cutrofiano

Francavilla Fontana

Galatina
Gallipoli
Gioia del Colle
Giovinazzo
Gravina
Grottaglie
Isole Tremiti
Locorotondo
Lucera
Maglie
Manduria
Manfredonia
Martano
Martina Franca
Massafra
Melendugno
Melpignano
Mesagne
Modugno
Molfetta
Monopoli
Monte Sant'Angelo
Nardò
Ostuni
Otranto
Parabita
Peschici
Poggiardo
Polignano a Mare
Putignano
Ruvo di Puglia
San Ferdinando di Puglia
San Vito dei Normanni
San Severo
Specchia
Terlizzi
Tricase
Troia
Ugento
Vico del Gargano
Vieste
Siti Archeologici
Egnazia
Ordona (Herdonia)
Oria
Siponto

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK