TRIESTE

Trieste, capoluogo del Friuli-Venezia Giulia, si affaccia sul golfo omonimo e per la sua storia passata e recente si erge a simbolo delle vicende italiane. Oggi ha ritrovato il suo ruolo di fiorente porto commerciale e turistico ai piedi del Carso, a ridosso del confine sloveno (diversi i valichi di frontiera).
Notevoli le attività commerciali, assicurative e industriali legate alla presenza del porto, importante via di accesso ai traffici per l’Austria. È anche centro di attività sportive legate alla nautica tra cui la famosissima “barcolana” che si tiene annualmente alla fine dell’estate.

La storia della città testimonia di antiche origini; divenne colonia romana con il nome di Tergeste nel sec. I a.C., ma venne occupata successivamente da goti, bizantini, ostrogoti e longobardi. Autonoma dal 948, e comune dal 1060, passò a Venezia dal 1202 e dal 1382 divenne possedimento austriaco sotto la corona degli Asburgo, iniziando così il suo ruolo storico di sbocco sul mare della città di Vienna. Travagliata da conflitti interni e con le popolazioni veneziane e istriane, decadde economicamente fino agli inizi del sec. XVIII, quando divenne porto franco e riprese la funzione di principale sbocco al mare dell’impero asburgico. Malgrado brevi periodi di occupazione francese, in epoca napoleonica, rimase all’Austria fino al 1918, quando fu annessa all’Italia. Dal 1943 al 1945, nel corso delle ultime fasi della Seconda Guerra Mondiale, venne occupata dai Tedeschi che qui scatenarono la repressione contro la nascente organizzazione di resistenza e contro la popolazione ebraica istituendo appena fuori città l’unico campo di sterminio nazista in Italia. Successivamente fu raggiunta e liberata sia dai partigiani iugoslavi (1.5.1945) che dalle truppe angloamericane (2.5.1945) che si contrapposero per 40 giorni, cercando di assumere il controllo della città, finché gli iugoslavi si ritirarono. In base all’accordo interalleato e al successivo trattato di pace (Parigi, 10.2.1947) fu istituito il Territorio Libero di Trieste, comprendente la città e una ristretta fascia dell’entroterra, smilitarizzato, con l’ipotesi che venisse governato da un rappresentante dell’ONU. Poiché non fu raggiunto l’accordo sulla figura di tale governatore, il territorio fu diviso in due parti: la zona A amministrata dagli anglo-americani e la zona B amministrata dagli iugoslavi. La situazione determinò un lungo contenzioso, risolto dagli accordi di Londra (6.10.1954), in virtù dei quali il Territorio cessò di esistere e le zone che lo avevano costituito vennero in pratica assegnate rispettivamente all’Italia (zona A) e alla Iugoslavia (zona B). Il 31.1.1963 la zona A veniva annessa alla neo-costituita regione Friuli-Venezia Giulia, e Trieste ne diveniva capoluogo. I successivi accordi italo-iugoslavi di Osimo (10.11.1975) sancirono ufficialmente e definitivamente tale situazione.

PAG. 1 | 2 | avanti >>

TRIESTE
città d'arte

regione Friuli - Venezia Giulia
Foto Tour
(in progress)

 

 

Guida della città
profilo artistico
musei
mostre

Visita Trieste
Alberghi a Trieste

 

Città del Friuli - Venezia Giulia
Trieste
Altre città d'arte
Aquileia
Cividale del Friuli
Grado
Palmanova
S. Daniele del Friuli

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 



ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Il tuo Sito - http://www.IltuoSito.com
    Descrizione del sito.
  • ... domanda di inserire il tuo link qui!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK