RAVENNA

Costruita a pianta grossolanamente poligonale, con al centro la rettangolare Piazza del Popolo, la città di Ravenna rimase a lungo racchiusa entro la cinta delle antiche mura, di cui restano alcuni tratti.

Di origine umbro-etrusca (il nome è quasi sicuramente etrusco), nonostante una leggenda che la diceva fondata dai Tessali, e situata sul mare in una posizione assai favorevole ai commerci oltre che strategicamente molto forte. La sua storia è poco nota fino agli ultimi anni del III sec. a.C., quando la città entrò nell'orbita di Roma come civitas foederata. Insignita della cittadinanza romana nell'89 a.C. ed eretta quindi a municipio, aumentò notevolmente d'importanza, quando Augusto vi costruì il porto militare di Classe, destinato a essere la principale base della flotta del Mediterraneo orientale. Negli ultimi secoli dell'Impero crebbe d'importanza politica fino a essere scelta come nuova capitale dell'Impero d'Occidente da Onorio, costretto ad abbandonare Milano sotto la spinta dell'invasione dei Visigoti (402). Nel 476 fu infine conquistata da Odoacre, che a sua volta vi sostenne il lungo assedio (490-493) di Teodorico e gli si arrese. Residenza dei re ostrogoti, la città fu ornata, al tempo di Teodorico e poco dopo, di stupendi edifici profani e sacri. Assediata e conquistata da Belisario agli inizi della guerra tra Ostrogoti e Bizantini (540) e quando i Longobardi invasero la penisola, per iniziativa dell'imperatore Maurizio divenne la capitale dell'Italia bizantina, residenza del capo delle forze militari e dell'amministrazione civile imperiale, l'esarca, patricius et exarchus Italiae. La presenza di una corte di tipo bizantino accrebbe il decoro, il prestigio e l'influenza della città, mettendola in condizione di gareggiare con Roma. Scampata a numerosi tentativi di conquista da parte dei Longobardi, Ravenna venne assediata nel 728 dal re Liutprando durante l'invasione della Romagna; finì col sottomettersi ai Longobardi. La città tornò però poco dopo all'obbedienza bizantina (e subì un altro assedio nel 734) in forza dell'intervento di Venezia e di accordi intervenuti tra papato, Impero e Longobardi. La grande offensiva di Astolfo fece ricadere Ravenna e l'Esarcato in possesso dei Longobardi (751); ma questi ne furono ben presto scacciati dai Franchi di Pipino, che sconfisse Astolfo (754 e 756) e incluse Ravenna e il suo territorio nella sua larga donazione a papa Stefano II. Anche Ravenna ebbe un ordinamento comunale, prima sotto il patronato episcopale, poi conteso tra le famiglie aspiranti alla signoria, tra le quali, dopo una breve preponderanza dei Traversari, si affermarono infine i Da Polenta. L'avvento della loro signoria, iniziata da Guido Minore nel 1275, coincise con la formale cessione della Romagna al papa da parte del re Rodolfo d'Absburgo (1276) e con l'accettazione del progressivo, e ineluttabile, assorbimento delle risorse commerciali di Ravenna da parte di Venezia, che dal 1410 fu virtualmente sovrana della città. Dopo sessant'anni di dominazione veneziana, Ravenna fu riunita allo Stato Pontificio durante il papato di Giulio II. Occupata dai Francesi nel 1796, seguì le sorti delle repubbliche Cispadana, Cisalpina e Italiana e del Regno Italico. Alla caduta di Napoleone, tornò al papa, che la conservò grazie all'appoggio austriaco, dal 1815 al 1859,. L'annessione formale del territorio di Ravenna al regno di Sardegna, predisposta dall'insurrezione del 13 giugno 1859, fu decretata il 18 marzo 1860.

PAG. 1 | 2 | avanti >>

RAVENNA
città d'arte

regione Emilia Romagna

 

 

Guida della città
profilo artistico
musei
mostre
hotel

 

Città dell'Emilia Romagna
Bologna
Ferrara
Modena
Parma
Ravenna

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 



ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK