ACERENZA

Nel nord della Basilicata a metà strada tra Irsina e Avigliano, sulla sommità di una rupe ai piedi della quale scorrono il fiume Bradano ed il suo affluente Fiumarella, sorge in posizione panoramica l'antico centro di Acheruntia.

Storia

Testimonianze archeologiche risalenti al Neolitico sono state rinvenute nella Serra Altura mentre sul Monte La Guardia resti di abitazioni dell'età del Ferro e reperti preistorici svelano che il territorio di Acerenza fu abitato da sempre dai nostri antenati.

Certamente Acerenza esisteva già nel VI secolo a.C., probabilmente fondata molto prima dagli Osci con il nome di Akere, e conosciuta successivamente dai Greci con il nome di Acherontis. Una tomba e una statua raffigurante Eracle sono state rinvenute nel territorio.

I Romani la conquistarono nel 318 a.C. con il console Giunio Bubulco.§
Acerenza divenne nel secolo successivo forte militare a supporto delle guerre contro il re dell'Epiro Pirro.
Riconquistata da Roma con il console Levino nel 210 a.C., Acheruntia entrò stabilmente nella Repubblica di Roma, divenendo prima colonia e poi municipio (I sec. a.C.).

Nel V secolo divenne sede vescovile.
In seguito alla caduta di Roma Acerenza fu occupata da Totila, re degli Ostrogoti dal 541 al 552, vinto in battaglia dall'esercito bizantino il quale in seguito occupò tutto il sud Italia.

Nei territori dell'Impero Romano d'Oriente rimase poco e già nel VII secolo il borgo di Acerenza andò a far parte dei domini dei Longobardi i quali fecero costruire un castello in seguito rimaneggiato più volte e fecero di Acerenza la capitale di un gastaldato sotto il principato di Salerno.
Nell'VIII secolo venne costruita una cattedrale per volere del vescovo Leone II.

I Bizantini la riconquistarono nel 978 ma la ressero solo per pochi decenni e già a partire dalla metà dell'XI secolo Acerenza divenne possedimento dei Normanni di Roberto il Guiscardo il quale affidò il borgo al conte Umfredo, al quale successe Asclettino.
Nello stesso secolo venne edificata una nuova cattedrale.

Confluita nell'Impero Svevo alla fine del XII secolo Acerenza venne amministrata da Galvano Lancia, zio del principe Manfredi.

Con gli Angioini (XIII sec.) Acerenza acquisì ulteriore importanza per la sua strategica posizione geografica tra Roma e l'Oriente. Signori del borgo furono rappresentanti delle famiglie Sanseverino, Durazzo, Ruffo, Barnota e Morra.

Nel 1456 venne fortemente danneggiata da un sisma che uccise più di 1000 cittadini.
Durante il '500, sotto la dominazione spagnola, vennero eseguiti importanti lavori di ristrutturazione della cattedrale e del campanile.

Nei secoli successivi Acerenza fu amministrata dai Ferrillo, dagli Orsini, dai Pinelli, dai Pignatelli-Belmonte e dai Lancillotti, per essere infine acquistata dai Panni per 21.500 ducati.
Dopo l'esperienza repubblicana e risorgimentale Acerenza confluì nel Regno d'Italia nel 1861.

Visita alla città

Acerenza è borgo medievale che conserva intatto il suo potere suggestivo. Vi si accede attraverso ciò che rimane di Porta San Canio che si apre lungo la cinta muraria medievale. Salendo, si passeggia ammirando palazzi del settecento (Saluzzi, Caramuta) riccamente decorati, fino alla sommità della collina dove si erge maestosa una delle cattedrali più interessanti di tutta la Basilicata: S. Canio o l'Assunta (XI sec.).

Altre chiese interessanti da visitare sono San Laverio, l'Annunziata e San Vincenzo, vicina al Castello che è stato completamente ristrutturato.

Fuori del centro storico si può visitare il Convento di Sant'Antonio, sede di un museo che espone legni intagliati.

Luoghi d'interesse


- Cattedrale romanica dell'Assunta e San Canio (XI sec.)
- Chiesa dell'Annunziata ('200)
- Chiesa di San Laviero o del Purgatorio
- Torre cilindrica del Castello Belmonte
- Convento di Sant'Antonio (1570), Piani della Maddalena
- Casa Contadina

ACERENZA
città d'arte

regione Basilicata

 

Guida della città
profilo artistico
musei
eventi

Visita Acerenza
Alberghi ad Acerenza

 

Città della Basilicata
Matera
Potenza
Altre città d'arte
Abriola
Acerenza
Albano Lucania
Aliano
Anzi
Armento
Atella
Avigliano
Banzi
Bella
Bernalda
Brienza
Brindisi Montagna
Calvello
Calvera
Campomaggiore
Cancellara
Castelgrande
Castelluccio Inferiore
Castelluccio Superiore
Castelmezzano
Castelsaraceno
Castronuovo S. Andrea
Cersosimo
Chiaromonte
Cirigliano
Corleto Perticara
Craco
Episcopia
Ferrandina
Forenza
Gallicchio
Genzano Lucania
Grottole
Guardia Perticara
Irsina
Lagonegro
Lagopesole
Laurenzana
Lauria
Lavello
Maratea
Marsico Nuovo
Marsicovetere
Melfi
Miglionico
Missanello
Moliterno
Montemurro
Montescaglioso
Monticchio
Muro Lucano
Noepoli
Nova Siri
Oppido Lucano
Palazzo Gervasio
Picerno
Pietragalla
Pietrapertosa
Pisticci
Policoro
Rapolla
Ripacandida
Rivello
Rotonda
Rotondella
Ruvo Monte
Salandra
San Chirico Raparo
San Mauro Forte
Scanzano Ionico
Senise
Teana
Tito
Tolve
Tricarico
Tursi
Vaglio Basilicata
Valsinni
Venosa
Viggianello
Viggiano
Siti Archeologici
Grumento Nova
Heraclea
Metaponto
Utilia Bella (Vaglio)

In Italy Today
Le guide d'Italia:
> le città d'arte
> l'elenco completo
> le regioni d'Italia
Eventi e mostre
Hotel e B&B

 

 


ART TRAVEL LINK - SITI WEB SELEZIONATI

  • Your ArtTravelSite - http://www.yoursite.com
    Description of the site.
  • ... ask to put your art-link here!

 


Vuoi inserire un LINK?
Hai un HOTEL o un'altra attività legata al TURISMO IN ITALIA?

Promuovilo nella pagina della tua città dentro IN ITALY TODAY!
OFFERTE PROMOZIONALI PER I PRIMI LINK

Art Travel directory

SUGGEST AN ART/TRAVEL-SITE

 

In Italy Today ama l'arte

© IN ITALY HOTELS NETWORK